Politica di sicurezza

Scalo ferroviario Reggio Emilia

L’obiettivo principale del SGS di DP è garantire un livello di sicurezza adeguato agli standard vigenti, tendendo al raggiungimento e al successivo mantenimento di valori di incidentalità nulli.
Il documento di Politica della Sicurezza esprime l’impegno da parte dell’alta direzione di DP nel raggiungere gli obiettivi di sicurezza, attraverso la definizione di processi/attività e l’indicazione di ruoli e responsabilità.

Recita il D.Lgs. 162/2007, art. 8.1: “Ciascun Gestore Infrastruttura e ciascuna Impresa ferroviaria è responsabile della propria parte di sistema e del relativo funzionamento sicuro compresi la fornitura di materiale e l’appalto di servizi nei confronti di utenti, clienti, lavoratori interessati, terzi”.

Un'efficace gestione del proprio Sistema di Gestione della Sicurezza é il miglior strumento per garantire alla proprietà:

  • un ottimale rapporto costi/benefici, sia in termini sia di accuratezza che di sicurezza del servizio;
  • un know-how tecnico degno dell'elevato standard ferroviario italiano;
  • livelli formativi di eccellenza sia per il personale addetto all'esercizio che per i responsabili del coordinamento delle attività;
  • l'abbattimento degli ingenti costi derivanti dagli inconvenienti d'esercizio;
  • un'adeguata difesa legale in caso di inconveniente, dimostrando di aver messo in atto le necessarie misure di controllo del rischio;
  • un'immagine dell'azienda competitiva e vincente sul mercato.

La Dirigenza Aziendale intende promuovere un impegno visibile ed attivo nella politica della qualità e della sicurezza di esercizio, stabilendo efficaci sistemi di comunicazione verso gli utenti, il personale, i fornitori e le autorità.
La Dirigenza Aziendale considera dunque la gestione della sicurezza dell’esercizio ferroviario uno strumento in grado di portare un forte valore aggiunto all’organizzazione e al business aziendale.
La Dirigenza Aziendale considera inoltre la comunicazione con il personale lo strumento principe per raggiungere tutti assieme gli obiettivi fissati.
L’obiettivo principale di DP è quello di tendere a valori nulli di incidentalità, cercando di efficientare il più possibile i servizi e raggiungere il maggior soddisfacimento possibile degli stakeholder.
Per raggiungere gli scopi e gli obiettivi descritti, DP si impegna attraverso l’alta Direzione a:

  • Definire una struttura aziendale suddivisa per livelli, coerente con il tipo e l'entità del servizio svolto;
  • Ripartire le responsabilità in maniera chiara a tutti i livelli aziendali, tramite un sistema di incarichi;
  • Attuare e mantenere aggiornato il sistema di gestione della sicurezza;
  • Istituire ed attuare un sistema di controllo delle prestazioni di sicurezza a tutti i livelli;
  • Istituire ed attuare un sistema di gestione delle competenze come strumento per la crescita del personale e del livello di sicurezza aziendale attraverso il quale assegnare compiti e ruoli a personale qualificato;
  • Diffondere la politica di sicurezza a tutti i livelli, incrementando la motivazione del personale, attraverso continua comunicazione e formazione;
  • Coinvolgere il personale anche tramite i propri rappresentanti, relativamente alla problematiche inerenti la sicurezza dell’esercizio ferroviario;
  • Rispettare la legislazione vigente dei paesi membri, le norme, gli standard nazionali e gli indirizzi forniti dalle NSA, le disposizioni e prescrizioni emesse dai GI, sia in relazione alla sicurezza dei servizi che al fine di mettere in atto metodologie, interventi e adeguamenti aventi come obiettivo il miglioramento della sicurezza dell'esercizio ferroviario;
  • Rispettare la normativa nazionale e le convenzioni internazionali;
  • Operare un'attenta gestione del rischio, quale strumento fondamentale per l'attuazione degli obiettivi della sicurezza con il fine di tutelare la sicurezza dei lavoratori e degli utenti;
  • Operare nel rispetto dell'ambiente, con l'obiettivo di aumentare la sostenibilità del trasporto merci e del trasporto di merci pericolose;
  • Fornire le risorse, compatibilmente con i budget disponibili, necessarie a garantire un SGS adeguato alla realtà dell'IF;
  • Istituire una metodologia di gestione degli incidenti, inconvenienti ed eventi pericolosi;
  • Istituire un sistema di analisi, che coinvolga l’alta direzione, per la valutazione dei cambiamenti che possono avere impatto sulla sicurezza del SGS;

La leadership aziendale perseguirà con costante vigore un miglioramento continuo delle proprie prestazioni di sicurezza per tendere a valori nulli d'incidentalità, rivedendone gli obiettivi ove si rilevi che non risultino pienamente confacenti alla natura e al grado dei rischi dell'azienda.
La Responsabilità di attuare e monitorare quanto previsto dal SGS è del Presidente che si avvale delle strutture e dei relativi collaboratori presenti nello Staff.

In termini economici, la politica della sicurezza aziendale si concretizzerà negli impegni che il Consiglio di Amministrazione si assumerà, per tramite del Presidente, nel Piano Annuale della Sicurezza.
L’attuazione del piano della sicurezza rappresenta lo strumento di supporto per le decisioni aziendali e garantisce la priorità per quei progetti finalizzati al miglioramento continuo, nel rispetto delle risorse economiche allocate.
L’Alta Dirigenza di DP si impegna rispettare i principi espressi nella politica di sicurezza in tutte le attività, in special modo in quelle operative. Nella fattispecie è stata istituita una metodologia di controllo dei rischi correlati allo svolgimento del servizio attraverso la definizione di indici di performance e l’implementazione di un sistema strutturato di audit.

Dinazzano Po SpA
Il Presidente
Gino Maioli